Image Alt

Cosa sono le residenze sanitarie per disabili e come accedervi

Cosa sono le residenze sanitarie per disabili

Cosa sono le residenze sanitarie per disabili e come accedervi

Le Residenze Sanitarie per Disabili (definite anche RSA per disabili) sono strutture a carattere socio-sanitario e socio-assistenziale, destinate a persone con disabilità che risultano prive del necessario supporto familiare, o per le quali la permanenza nel proprio nucleo familiare sia valutata non più possibile.

 

Cosa sono i centri residenziali per disabili

Le RSA per disabili sono strutture specializzate appunto nell’assistenza di persone con disabilità, rivolte all’accoglienza e gestione della vita quotidiana ed orientate alla tutela della persona, allo sviluppo delle abilità sociali e alla riabilitazione, o anche alla realizzazione di esperienze di vita autonoma, di pronta accoglienza e/o di accoglienza programmata.

Gli utenti che scelgono queste soluzioni trovano ad accoglierli un ambiente familiare e sereno, servizi, ogni comfort ed assistenza h24.

L’obiettivo dei centri è finalizzato al recupero del soggetto ospitato, ipotizzando un suo eventuale reinserimento nell’ambiente, con il coinvolgimento della famiglia e del territorio, ed è teso comunque al raggiungimento della migliore qualità di vita possibile.

 

Modalità di accesso alle RSD

L’accesso alle residenze sanitarie per disabili può avvenire attraverso due diverse modalità:

  • Con impegnativa di residenzialità: ci si deve rivolgere all’Assistente Sociale di competenza del territorio di residenza. A seguito della presentazione di tale richiesta l’ULSS di residenza emette l’impegnativa solo a seguito di valutazione della persona da parte dell’U.V.M.D. (Unità Valutativa Multidimensionale) dell’Azienda ULSS di residenza del potenziale Ospite, la quale provvederà alla valutazione del livello di autonomia della persona richiedente tramite la Scheda S.Va.M.Di. (Scheda di Valutazione Multidimensionale Disabili), contenente i dati sanitari e sociali della persona da accogliere.
  • Senza impegnativa di residenzialità: per inserire una persona affetta da handicap fisici, psichici e sensoriali, ci si deve rivolgere all’Assistente Sociale del Centro Servizi dove verrà fissato un colloquio informativo nel quale verranno illustrate la struttura, le attività svolte, nonché i servizi offerti. Per procedere in questa modalità dovrà essere compilata la domanda di ingresso, che verrà accolta non appena si renda disponibile un posto letto. Il Centro Servizi contatterà quindi l’utente per un secondo colloquio, per una visita alla struttura residenziale e per definire i tempi e la documentazione necessari per l’ingresso.

Per accedere alla struttura sono richiesti diversi documenti; l’elenco completo per l’accesso agli Istituti Polesani è disponibile a questa pagina.

 

Differenze tra RSD ed altre tipologie di centri

Spesso, occuparsi di un proprio caro può diventare un compito difficile: la strada del caregiving, per esempio, non sempre può essere intrapresa. Diventa così necessario trovare una soluzione ad hoc.

Esistono diverse soluzioni per il sostegno delle persone con disabilità, le quali offrono servizi diversi. La scelta dipende dai bisogni degli Ospiti e dalla loro situazione familiare.

In particolare:

  • il centro diurno disabili è un servizio diurno con lo scopo di ritardare il più possibile l’istituzionalizzazione della persona disabile che ha ancora un contesto familiare e che ha bisogno di un servizio ad alta integrazione socio sanitaria
  • la residenza sanitaria disabili, come appunto gli Istituti Polesani, è dedicata a persone disabili il cui grado di compromissione è tale da non consentire più la permanenza in un contesto familiare. Sono fornite prestazioni sanitarie, di riabilitazione, di mantenimento e un supporto socio assistenziale.
  • Le comunità alloggio offrono alle persone con condizione di disabilità, luogo di dimora abituale e servizio di assistenza per la gestione della vita di relazione e supporto all’accesso dei servizi sanitari. Offrono quindi i normali servizi alla persona, insieme a momenti di animazione e socializzazione ma anche riabilitazione cognitiva e neuromotoria. Il disabile potrà seguire durante la permanenza nella struttura terapie individuale e monitoraggi della sua condizione di salute con la disponibilità all’occorrenza di medici di base e specialisti. I progetti e le attività ricreative, sportive e culturali proposte agli ospiti degli Istituti Polesani possono essere consultati a questa pagina.

Professionisti sanitari nella RSAI professionisti di cui dispone un RSA

Come detto, una residenza sanitaria per disabili dispone di una nutrita equipe medica in grado di eseguire numerose prestazioni sanitarie durante la permanenza degli ospiti. In particolare, in una RSA per disabili sono generalmente presenti:

  • Infermieri
  • OSS
  • Educatori
  • Psicologi
  • Fisiokinesiterapista
  • Assistenti sociali
  • Medici

 

 

 

Gli Istituti Polesani: un connubio perfetto tra RSA e comunità di alloggio per disabili

Gli Istituti Polesani sono un importante centro di riferimento per gravi disabilità, perché in grado di offrire sia i servizi di una comunità di alloggio che quelli di una residenza sanitaria per disabili fisici e mentali.

Sono in grado di accogliere pazienti per i quali la permanenza nel nucleo familiare di origine non sia più possibile, sia in via temporanea che definitiva, puntando al recupero funzionale ed al miglioramento, laddove possibile, dell’autonomia dell’individuo nella vita quotidiana. Ogni ospite viene infatti seguito e può sempre contare sul supporto di una equipe di professionisti specializzata nel trattamento di disabilità fisiche e mentali più o meno gravi.

 


Per ricevere maggiori informazioni, compila il modulo sottostante.

Per ricevere maggiori informazioni, compila il modulo sottostante.

Risponderemo alla tua richiesta in breve tempo.