Image Alt

Istituti Polesani

Disabilità neuropsichica

La Gestione Integrata Della Disabilità Neuropsichica Presenile

VENEZIA, 23 FEBBRAIO 2018

Scuola Grande San Giovanni Evangelista

Sestiere di San Polo, 2454

 

Il convegno nasce dal crescente rilievo che ha assunto nella programmazione socio-sanitaria la presa in carico delle disabilità per la complessità e l’eterogeneità dei quadri e per la multidisciplinarietà che deve essere prevista per il loro trattamento ed assistenza.

Vi fa riferimento il Piano Nazionale Cronicità – Accordo tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano del 15 settembre 2016: “il mondo della cronicità è un’area in progressiva crescita che comporta un notevole impegno di risorse, richiedendo continuità di assistenza per periodi di lunga durata e una forte integrazione dei servizi sanitari con quelli sociali e necessitando di servizi residenziali e territoriali finora non sufficientemente disegnati e sviluppati nel nostro Paese”.

L’obiettivo del convegno è offrire una vision della gestione integrata della disabilità neuropsichica nella cronicità precoce in età adulta.

Esso viene strutturato in due sessioni: nella prima parte viene offerto un panorama epidemiologico dai diversi stakeholders a vario titolo coinvolti; nella seconda parte viene fornita una analisi delle ricadute socio-economiche del fenomeno e viene discusso un modello di intervento multidisciplinare socio- sanitario integrato centrato sulla diagnosi funzionale.

Nella prima sessione in particolare viene approfondito il ruolo della residenzialità psichiatrica analizzando la realtà degli Istituti Polesani che rappresenta un punto di riferimento per l’utenza complessa ed eterogenea della cronicità nella disabilità neuropsichica anche precoce.

Viene inoltre analizzata l’importante funzione distrettuale nell’assistenza integrata nei percorsi a minore intensità.

Questo approccio si inserisce nell’ottica del Piano Nazionale che pone l’accento sulla unitarietà di approccio, centrato sulla persona ed orientato su una migliore organizzazione dei servizi e una piena responsabilizzazione di tutti gli attori dell’assistenza (…) con il fine di contribuire al miglioramento della tutela per le persone affette da malattie croniche, riducendone il peso sull’individuo, sulla sua famiglia e sul contesto sociale, migliorando la qualità di vita, rendendo più efficaci ed efficienti i servizi sanitari in termini di prevenzione e assistenza e assicurando maggiore uniformità ed equità di accesso ai cittadini

 

PROGRAMMA

9:00       ACCREDITO E WELCOME COFFEE

SALUTI AUTORITÀ

Roberto Ciambetti, Presidente Consiglio Regionale Regione del Veneto

 

10:00     INTRODUZIONE

Fabrizio Garbin, Direttore UO Non Autosufficienza, IPAB, Autorizzazione e Accreditamento Regione del Veneto

RISVOLTI GIURIDICI DELLA TUTELA DELLE PERSONE IN DISABILITÀ NEUROPSICHICA PRESENILE

Micaela Barbotti, Avvocato Albè & Associati Studio Legale

LA RESIDENZIALITÀ NELLA DISABILITÀ IN VENETO, L’ESEMPIO DEGLI ISTITUTI POLESANI

Iles Braghetto, Presidente Istituti Polesani

 

11:00     ANALISI CRITICA DELLE RICADUTE SOCIO-ECONOMICHE DEL  FENOMENO

Giovanni Fosti, Professore Università Bocconi Milano

Tavola rotonda.
LA FUNZIONE DISTRETTUALE NELL’ASSISTENZA INTEGRATA

INTRODUCE E MODERA:   Luigi Bertinato, Referente Area Clinical Governance Istituto Superiore di Sanità

Fiorenzo Corti, Vice Segretario Nazionale FIMMG e Responsabile Area Comunicazione

Andrea Fabbo, Medico Geriatra, Direttore UOC Disturbi Cognitivi e Demenze, Dipartimento Cure Primarie, AUSL Modena

Maria Cristina Ghiotto, Responsabile Cure Primarie e LEA Regione del Veneto

Raffaele Grottola, Direttore dei Servizi Socio Sanitari ULSS 9 Scaligera

Domenico Lucatelli, Professore Market Access Università Cattolica Roma

Tommaso Maniscalco, Direttore UOC Psichiatria Legnago – U.O. Salute mentale e sanità penitenziaria Regione Veneto

Paolo Speranzon, Presidente Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 2 Marca Trevigiana

Paolo Stocco, membro esperto Federsanità ANCI

Dario Zanon, Direttore Distretto 3 Servizi Socio Sanitari ULSS 9 Scaligera

 

13:00     DISCUSSIONE E CONCLUSIONI

Domenico Mantoan, Direttore Generale Area Sanità e Sociale Regione del Veneto

 

 

LIGHT LUNCH

 

DESTINATARI

Il Corso è riservato a Direttori Generali, Direttori Sanitari, Farmacisti Ospedalieri; Medici Chirurghi; Specialisti in Chirurgia Generale, Direzione Medica di Presidio Ospedaliero, Igiene, Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Urgenza; Medicina Interna; Neurologia, Neurochirurgia, Psichiatria; Organizzazione dei Servizi Sanitari di base; Infermieri professionali; Dirigenti di strutture private; Medici Medicina Generale, Psicologi, Operatori Socio-Sanitari

CREDITI FORMATIVI  ECM 4.0

L’assegnazione dei crediti formativi è subordinata alla presenza al 100% dei lavori. Saranno inoltre obbligatorie la rilevazione della presenza e

la compilazione del questionario di gradimento dell’evento formativo.

 

ISCRIZIONI

accedendo al portale http://www.motoresanita.it/